Il nostro piccolo sole

Il nostro piccolo sole di Margherita VetranoEdoardo nasce dopo 23 settimane di gestazione, pesa 580 grammi e la sua vita resta appesa ai tubi per diversi mesi. La sua mamma si chiama Margherita, autrice de Il nostro piccolo sole: il suo diario dei mesi trascorsi con Edoardo in T.I.N. (Terapia Intensiva Neonatale). Senso di colpa, paura, speranza, amore, rispetto, ascolto, coraggio, attesa… Sono moltissime le emozioni che si succedono e scandiscono il tempo dei genitori di Edoardo, mentre lo guardano crescere a piccoli passi, “uno avanti e dieci indietro”, mentre lo accompagnano lungo il suo percorso di adattamento al mondo fuori dal grembo della sua mamma.

Il nostro piccolo sole di Margherita VetranoEdoardo nasce dopo 23 settimane di gestazione, pesa 580 grammi e la sua vita resta appesa ai tubi per diversi mesi. La sua mamma si chiama Margherita, autrice de Il nostro piccolo sole: il suo diario dei mesi trascorsi con Edoardo in T.I.N. (Terapia Intensiva Neonatale). Senso di colpa, paura, speranza, amore, rispetto, ascolto, coraggio, attesa… Sono moltissime le emozioni che si succedono e scandiscono il tempo dei genitori di Edoardo, mentre lo guardano crescere a piccoli passi, “uno avanti e dieci indietro”, mentre lo accompagnano lungo il suo percorso di adattamento al mondo fuori dal grembo della sua mamma.

Leggi tutto...

Vite di madri

Vite di madri Di Emma FenuLo devo ammettere, “Vite di madri” è rimasto sullo scaffale della mia libreria per mesi. Credevo mi servisse il coraggio, la giusta condizione d’animo, per addentrarmi e sostare nel dolore delle donne raccontate da Emma.  Sapevo che fra di loro mi sarei trovata anche io.  
Emma, una donna che ha osato su un territorio normalmente poco esplorato, racconta di sé e delle centocinquanta donne che si sono confidate con lei.
Così le centocinquantuno storie sono riassunte in dodici racconti, racconti di madri e di figlie. Tutte testimonianze in cui l’essere donna, figlia e madre è l’origine stessa della sofferenza. Fra di loro ci sono anche io, c’è mio marito, ci sono i miei figli, tutti.

Vite di madri Di Emma FenuLo devo ammettere, “Vite di madri” è rimasto sullo scaffale della mia libreria per mesi. Credevo mi servisse il coraggio, la giusta condizione d’animo, per addentrarmi e sostare nel dolore delle donne raccontate da Emma.  Sapevo che fra di loro mi sarei trovata anche io.  
Emma, una donna che ha osato su un territorio normalmente poco esplorato, racconta di sé e delle centocinquanta donne che si sono confidate con lei.
Così le centocinquantuno storie sono riassunte in dodici racconti, racconti di madri e di figlie. Tutte testimonianze in cui l’essere donna, figlia e madre è l’origine stessa della sofferenza. Fra di loro ci sono anche io, c’è mio marito, ci sono i miei figli, tutti.

Leggi tutto...

Il cervello degli adolescenti

Il cervello degli adolescenti di Frances E. JensenCi sono libri che non vorresti mai trovarti tra le mani. Sia per il timore di vedere elencati i tuoi errori. Sia perché, con grande presunzione, ciascuno di noi pensa di saperne molto di più di quanto possano racchiudere certe pagine. Non è così con il volume "Il cervello degli adolescenti", edito da Mondadori. L'ha scritto Frances E. Jensen, una neurologa dell'Università di Pennsylvania, negli Stati Uniti. Con lei ha collaborato Amy Ellis Nutt, scrittrice e giornalista scientifica del Washington Post. Non è così e qui abbiamo l'ulteriore conferma.

Il cervello degli adolescenti di Frances E. JensenCi sono libri che non vorresti mai trovarti tra le mani. Sia per il timore di vedere elencati i tuoi errori. Sia perché, con grande presunzione, ciascuno di noi pensa di saperne molto di più di quanto possano racchiudere certe pagine. Non è così con il volume "Il cervello degli adolescenti", edito da Mondadori. L'ha scritto Frances E. Jensen, una neurologa dell'Università di Pennsylvania, negli Stati Uniti. Con lei ha collaborato Amy Ellis Nutt, scrittrice e giornalista scientifica del Washington Post. Non è così e qui abbiamo l'ulteriore conferma.

Leggi tutto...

I bambini devono fare da soli. Senza mai sentirsi soli...

I bambini devono fare da soli... Rossini UrsoÈ per gli adulti ma sembra destinato ai piccoli. Ha la forma quadrata, la copertina cartonata e bellissime illustrazioni. Quando poi lo prendi in mano, scopri che si rivolge a te e che va dritto al cuore. Il libro si intitola "I bambini devono fare da soli. Senza mai sentirsi soli…" (EdiCart editore, 16.00 euro). Le autrici sono due pedagogiste attente e sensibili: Elisabetta Rossini ed Elena Urso (Elisabetta ha realizzato anche le illustrazioni).

I bambini devono fare da soli... Rossini UrsoÈ per gli adulti ma sembra destinato ai piccoli. Ha la forma quadrata, la copertina cartonata e bellissime illustrazioni. Quando poi lo prendi in mano, scopri che si rivolge a te e che va dritto al cuore. Il libro si intitola "I bambini devono fare da soli. Senza mai sentirsi soli…" (EdiCart editore, 16.00 euro). Le autrici sono due pedagogiste attente e sensibili: Elisabetta Rossini ed Elena Urso (Elisabetta ha realizzato anche le illustrazioni).

Leggi tutto...

Bambino mio - Quello che le madri non dicono

Bambino mio Quello che le madri non dicono di Alina RizziIl libro di Alina Rizzi è un collage di 21 storie che spesso prendono spunto dalla cronaca e che hanno un unico filo conduttore: la maternità prima, dopo e durante. Una maternità sofferta, travagliata, soffocata, insolente. Lontana anni luce da quella maternità che viene ostentata ovunque, nelle pubblicità, nelle serie Tv, nei romanzi e purtroppo anche nei salottini della buona società così come nelle case di ringhiera delle residenze popolari. In questi contesti la maternità è qualcosa di bello, che evoca solo sentimenti felici anche quando richiede grandi sacrifici.

Bambino mio Quello che le madri non dicono di Alina RizziIl libro di Alina Rizzi è un collage di 21 storie che spesso prendono spunto dalla cronaca e che hanno un unico filo conduttore: la maternità prima, dopo e durante. Una maternità sofferta, travagliata, soffocata, insolente. Lontana anni luce da quella maternità che viene ostentata ovunque, nelle pubblicità, nelle serie Tv, nei romanzi e purtroppo anche nei salottini della buona società così come nelle case di ringhiera delle residenze popolari. In questi contesti la maternità è qualcosa di bello, che evoca solo sentimenti felici anche quando richiede grandi sacrifici.

Leggi tutto...

Baciare Fare Dire

Baciare fare dire di Alberto PellaiFino a un paio di generazioni fa non si parlava con i figli maschi. Le mamme non lo facevano perché non toccava a loro, i padri perché non c'era niente da dire, al massimo bastava un'occhiata. Ecco, quelle occhiate hanno allevato milioni e milioni di bambini. Bene? Male? Chissà. Alberto Pellai, medico, psicoterapeuta dell'età evolutiva, educatore e scrittore, ci fa un'altra domanda: perché non diciamo certe cose ai figli maschi?

Baciare fare dire di Alberto PellaiFino a un paio di generazioni fa non si parlava con i figli maschi. Le mamme non lo facevano perché non toccava a loro, i padri perché non c'era niente da dire, al massimo bastava un'occhiata. Ecco, quelle occhiate hanno allevato milioni e milioni di bambini. Bene? Male? Chissà. Alberto Pellai, medico, psicoterapeuta dell'età evolutiva, educatore e scrittore, ci fa un'altra domanda: perché non diciamo certe cose ai figli maschi?

Leggi tutto...

il meglio del web

  • Video
  • Barzellette
  • Emozioni

Il papa e l'autista

Dopo aver caricato tutti i bagagli del Papa nella limousine, l’autista nota che Sua Santità sta ancora aspettando sul marciapiede.
“Mi scusi, Vostra Eminenza,” dice l’autista, “Vorrebbe per favore sedersi in modo che possiamo andare?”“Beh, per dirti la verità” risponde il Papa, “Non mi fanno mai guidare in Vaticano e oggi ne ho davvero voglia.” 

Continua a leggere

Leggi tutte le barzellette

La saggezza di un padre

Una sera un papà, vedendo il figlio ventenne un po’ giù di morale, decise di raccontargli una storia:
"Un giorno, quando io ero piccolo, il cavallo di un contadino che abitava vicino alla mia casa, cadde in un pozzo grande e profondo. Il cavallo non riportò alcuna ferita, ma non riuscendo a venir fuori con le proprie forze, si mise a nitrire forte. Il contadino si precipitò subito e provò in ogni modo ad aiutare il suo povero cavallo. 

Continua a leggere

RACCONTACI LA TUA ESPERIENZA

Dubbi sui prodotti omeopatici? Ti rispondono gli esperti

 Inviaci la tua domanda, ti risponderanno medici e farmacisti.

 

 

Cerca nel sito

Archivio: saggi e manuali

L'ABBIAMO LETTO blog

QUI CI SIAMO STATI blog

L'ABBIAMO PROVATO blog

IN CUCINA CON LE MAMME DELLA RETE

L'opinione

LA PAROLA AI PAPA'

STORIE DI MAMME