"Ci voleva una mamma", di Cipriana Dall'Orto

 

Cipriana Dall'Orto

Su la Repubblica di oggi (11 luglio), in 29 righe a pag. 19 viene data quella che, tecnicamente, si può definire una notiziola e che per me, invece, è una notiziona: la Boldrini ha trovato uno spazio adeguato affinché le parlamentari neomamme possano allattare. Ci voleva una mamma (la Boldrini ha una figlia) per trovare una soluzione del genere. Solo una mamma, infatti, può capire l’importanza di non interrompere l’allattamento per “colpa” del lavoro.

Leggi tutto...

"Pietà per la mamma di Yara", di Cipriana Dall'Orto

Cipriana Dall'Orto

Io spero che la mamma di Yara non legga i giornali, lo spero ardentemente per lei. Da sempre questa donna se ne sta da parte, il suo viso è comparso recentemente solo in occasione di una gara intitolata alla figlia: una faccia immobile, impenetrabile, chiusa alla domanda che tutti ci facciamo: che cosa prova? Che cosa ha provato allora e che cosa prova adesso? Da quando, alcun giorni fa, si è scovato il presunto assassino della tredicenne di Brembate, scomparsa il 26 novembre del 2010 e ritrovata, purtroppo cadavere, il 26 febbraio del 2011,

Leggi tutto...

“Chi dice mamma… deve stare attento a quel che dice”, di Cipriana Dall’Orto

Cipriana Dall'Orto

Chi dice mamma… deve stare attento a quel che dice. Il prefetto di Perugia, Antonio Reppucci, durante una conferenza stampa, ha dichiarato che “se un figlio si droga, la sua mamma è una F-A-L-L-I-T-A, e si deve suicidare”. Potete ascoltarlo con le vostre orecchie guardando il video messo in onda su internet da Umbria 24. A parte il linguaggio e la mimica del prefetto (Crozza ne farebbe subito un suo personaggio), una dichiarazione del genere ti lascia senza parole, a tal punto che ti viene voglia di riascoltarlo per vedere se hai capito bene.

Leggi tutto...

"Le etichette negative fanno male ai bambini", di Alessio Roberti

Alessio Roberti Sociologo

Nella comunicazione con i bambini ci sono parole e frasi che, anche se legate a un momento di stanchezza o esasperazione, dovrebbero essere evitate. Si tratta di espressioni forti che rischiano di condizionare la loro crescita, specialmente se ripetute assiduamente da un adulto di riferimento, come un genitore o un insegnante. Purtroppo gli esempi abbondano:

Sei un disastro!
Sei stupido?
Sei davvero un bambino cattivo!

Il problema di queste frasi sta nel fatto che esprimono un giudizio sul bambino nel suo complesso,

Leggi tutto...

“In famiglia chi porta i pantaloni è il papà. Anche mentre passa l’aspirapolvere”, di Stefano Manca

Stefano Manca
Stefano Manca, del gruppo di cabaret Pino & gli Anticorpi, è l’autore, assieme al giornalista David De Filippi, di Non esiste solo la cinghia-Manuale tragicomico di pedagogia (De Agostini). A lui abbiamo chiesto un intervento sul difficile ruolo dei neo papà. Il risultato? Tutto da ridere, naturalmente. “Crescere un figlio è una guerra che non si può vincere, ma non per questo bisogna combatterla da soli. Già, perché i neo papà hanno strane reazioni di fronte alle gravidanze.

Stefano MancaStefano Manca, del gruppo di cabaret Pino & gli Anticorpi, è l’autore, assieme al giornalista David De Filippi, di Non esiste solo la cinghia-Manuale tragicomico di pedagogia (De Agostini). A lui abbiamo chiesto un intervento sul difficile ruolo dei neo papà. Il risultato? Tutto da ridere, naturalmente. “Crescere un figlio è una guerra che non si può vincere, ma non per questo bisogna combatterla da soli. Già, perché i neo papà hanno strane reazioni di fronte alle gravidanze.

Leggi tutto...

“In bilico tra l’essere madri e matrigne, abbiamo bisogno di una Rete”, di Ilaria Caprioglio

Ilaria Caprioglio

In passato generare figli rappresentava un fatto naturale e, con naturalezza, lo si affrontava. Nell’odierna società “avere figli” è assurto a evento da monitorare e medicalizzare nei mesi della gestazione, durante i quali madre e figlio sono un tutt’uno. Quando con il parto la creatura si separa dal corpo materno, le attenzioni proseguono in direzione della prima dimenticandosi del secondo che, troppo spesso, resta un corpo da ricucire,

Leggi tutto...

il meglio del web

  • Video
  • Barzellette
  • Emozioni

Il papa e l'autista

Dopo aver caricato tutti i bagagli del Papa nella limousine, l’autista nota che Sua Santità sta ancora aspettando sul marciapiede.
“Mi scusi, Vostra Eminenza,” dice l’autista, “Vorrebbe per favore sedersi in modo che possiamo andare?”“Beh, per dirti la verità” risponde il Papa, “Non mi fanno mai guidare in Vaticano e oggi ne ho davvero voglia.” 

Continua a leggere

Leggi tutte le barzellette

La saggezza di un padre

Una sera un papà, vedendo il figlio ventenne un po’ giù di morale, decise di raccontargli una storia:
"Un giorno, quando io ero piccolo, il cavallo di un contadino che abitava vicino alla mia casa, cadde in un pozzo grande e profondo. Il cavallo non riportò alcuna ferita, ma non riuscendo a venir fuori con le proprie forze, si mise a nitrire forte. Il contadino si precipitò subito e provò in ogni modo ad aiutare il suo povero cavallo. 

Continua a leggere

RACCONTACI LA TUA ESPERIENZA

Dubbi sui prodotti omeopatici? Ti rispondono gli esperti

 Inviaci la tua domanda, ti risponderanno medici e farmacisti.

 

 

archivio: Blog - l'opinione

QUI CI SIAMO STATI blog

L'ABBIAMO PROVATO blog

IN CUCINA CON LE MAMME DELLA RETE

LA PAROLA AI PAPA'

STORIE DI MAMME