“Basta ipocrisie: il genitore perfetto non esiste!”, di Cipriana Dall’Orto

Cipriana Dall'OrtoNo qui no là, no su no giù. Il disegno di legge passato al Senato (ora al vaglio della Camera) sulla possibilità che i bambini dati in affido vengano adottati dalle famiglie che li hanno cresciuti per anni, sembra più preoccupato di vietare che di permettere. Mi spiego: l’obiettivo della legge sarebbe la “continuità affettiva”, ossia far sì che i bambini possano restare con chi hanno imparato ad amare. Peccato però che se questo oggetto d’amore fosse un single, la legge non vale. E guai se fosse un gay! E niente continuità affettiva se la coppia affidataria non è sposata. In questi tre casi, chi se ne frega se il bambino soffre, dovendo lasciare quelli che per lui sono la mamma e/o il papà.

Cipriana Dall'OrtoNo qui no là, no su no giù. Il disegno di legge passato al Senato (ora al vaglio della Camera) sulla possibilità che i bambini dati in affido vengano adottati dalle famiglie che li hanno cresciuti per anni, sembra più preoccupato di vietare che di permettere. Mi spiego: l’obiettivo della legge sarebbe la “continuità affettiva”, ossia far sì che i bambini possano restare con chi hanno imparato ad amare. Peccato però che se questo oggetto d’amore fosse un single, la legge non vale. E guai se fosse un gay! E niente continuità affettiva se la coppia affidataria non è sposata. In questi tre casi, chi se ne frega se il bambino soffre, dovendo lasciare quelli che per lui sono la mamma e/o il papà.

Leggi tutto...

Figli e studenti disobbedienti, che fare?

Marco Vinicio MasoniNon ascoltano, hanno sempre ragione e non hanno alcun rispetto degli adulti. Spesso è così che genitori e insegnanti vedono bambini e adolescenti. Disobbedienti per natura. Scuola e famiglia hanno "passato" per secoli i saperi e le regole ai ragazzi e ai bambini attraverso comandi e ordini. Potremmo chiamarla la "lunga fase dei saperi comandati". Oggi, di fronte a ragazzi tendenzialmente disobbedienti, i saperi comandati stentano a essere accettati. Conseguenza drammatica: i saperi non passano. Come possiamo comportarci? Ne abbiamo parlato con lo psicologo e psicoterapeuta Marco Vinicio Masoni, direttore del Centro Formazione & Studio di Milano,

Marco Vinicio MasoniNon ascoltano, hanno sempre ragione e non hanno alcun rispetto degli adulti. Spesso è così che genitori e insegnanti vedono bambini e adolescenti. Disobbedienti per natura. Scuola e famiglia hanno "passato" per secoli i saperi e le regole ai ragazzi e ai bambini attraverso comandi e ordini. Potremmo chiamarla la "lunga fase dei saperi comandati". Oggi, di fronte a ragazzi tendenzialmente disobbedienti, i saperi comandati stentano a essere accettati. Conseguenza drammatica: i saperi non passano. Come possiamo comportarci? Ne abbiamo parlato con lo psicologo e psicoterapeuta Marco Vinicio Masoni, direttore del Centro Formazione & Studio di Milano,

Leggi tutto...

“Donne, i miei consigli per essere felici”, di Michele Cucchi

Michele CucchiL’8 marzo si festeggiano le donne, preziose come il cristallo ma a rischio fragilità, soprattutto dopo la nascita dei figli e superati i 50 anni. Come affrontare questi momenti di difficoltà valorizzando le proprie potenzialità “al femminile”? Il parere e i consigli pro felicità dello psichiatra Michele Cucchi, Direttore Sanitario del Centro Medico Santagostino di Milano.
"Le donne sono sempre alla ricerca di se stesse, combattendo contro il senso di insicurezza. Probabilmente i due momenti chiave di disagio sono il periodo di riequilibrio dopo la maternità e l’età fra i 50 ed i 60 anni.

Michele CucchiL’8 marzo si festeggiano le donne, preziose come il cristallo ma a rischio fragilità, soprattutto dopo la nascita dei figli e superati i 50 anni. Come affrontare questi momenti di difficoltà valorizzando le proprie potenzialità “al femminile”? Il parere e i consigli pro felicità dello psichiatra Michele Cucchi, Direttore Sanitario del Centro Medico Santagostino di Milano.
"Le donne sono sempre alla ricerca di se stesse, combattendo contro il senso di insicurezza. Probabilmente i due momenti chiave di disagio sono il periodo di riequilibrio dopo la maternità e l’età fra i 50 ed i 60 anni.

Leggi tutto...

“L’educazione sessuale ai tempi di Internet: un decalogo per genitori previdenti”, di Alberto Pellai

Alberto Pellai medico e psicoterapeuta dell’età evolutivaPiù volte come adulti, indipendentemente dal ruolo, ci troviamo a contatto con minori che entrano nel territorio della sessualità in modo alquanto maldestro, quasi autolesivo. Da sempre la sessualità è uno dei territori in cui il pre-adolescente fisiologicamente si trova attivamente coinvolto in attività di esplorazione spinto dalla curiosità, dal desiderio di sentirsi eccitato e dal bisogno di imparare a padroneggiare questa dimensione della vita che al termine della seconda infanzia esplode e si fa sentire con forza ed intensità, in seguito al risveglio pulsionale e alla modifica della secrezione ormonale che accompagna la fase dello sviluppo puberale.

Alberto Pellai medico e psicoterapeuta dell’età evolutivaPiù volte come adulti, indipendentemente dal ruolo, ci troviamo a contatto con minori che entrano nel territorio della sessualità in modo alquanto maldestro, quasi autolesivo. Da sempre la sessualità è uno dei territori in cui il pre-adolescente fisiologicamente si trova attivamente coinvolto in attività di esplorazione spinto dalla curiosità, dal desiderio di sentirsi eccitato e dal bisogno di imparare a padroneggiare questa dimensione della vita che al termine della seconda infanzia esplode e si fa sentire con forza ed intensità, in seguito al risveglio pulsionale e alla modifica della secrezione ormonale che accompagna la fase dello sviluppo puberale.

Leggi tutto...

Lettera a Renzi da un candidato al "Nobel" per l'insegnamento, di Daniele Manni

Daniele ManniDi che cosa ha bisogno la scuola italiana? Più considerazione per la professione docente, dice il professor Manni, tra i finalisti del "Nobel per l'insegnamento"

Lettera aperta al Premier Matteo Renzi
(e al Ministro Giannini e ai referenti dell’Istruzione in Italia)

Gent.mo Presidente Renzi,
mi chiamo Daniele Manni, sono un docente di Lecce, innamorato e appassionato del proprio ruolo (non riesco a chiamarlo lavoro) e, pare, sono fra i 50 finalisti al mondo candidati al titolo internazionale di Premio Nobel per l’Insegnamento, il “Global Teacher Prize” della Varkey Gems Foundation.

Daniele ManniDi che cosa ha bisogno la scuola italiana? Più considerazione per la professione docente, dice il professor Manni, tra i finalisti del "Nobel per l'insegnamento"

Lettera aperta al Premier Matteo Renzi
(e al Ministro Giannini e ai referenti dell’Istruzione in Italia)

Gent.mo Presidente Renzi,
mi chiamo Daniele Manni, sono un docente di Lecce, innamorato e appassionato del proprio ruolo (non riesco a chiamarlo lavoro) e, pare, sono fra i 50 finalisti al mondo candidati al titolo internazionale di Premio Nobel per l’Insegnamento, il “Global Teacher Prize” della Varkey Gems Foundation.

Leggi tutto...

“L’arte non è troppo difficile per i bambini. Ecco come spiegarla”, di Francesca Pascale

Francesca PascaleQuante volte vi è capitato di proporre una mostra a un bambino e incontrare il suo sguardo annoiato al solo pensiero? Eppure noi adulti sappiamo che l'arte può essere emozionante, colorata, fantasiosa, e sopratutto è come un involucro che raccoglie tanto altro. Sappiamo che imparare la storia dell'arte significa conoscere anche la letteratura, la filosofia, la religione e la geografia.
Ogni materia non può prescindere dall'altra e noi italiani viviamo in un Paese molto ricco da questo punto di vista. Abbiamo chiese, monumenti, musei e città intere che tutto il mondo ci invidia.

Francesca PascaleQuante volte vi è capitato di proporre una mostra a un bambino e incontrare il suo sguardo annoiato al solo pensiero? Eppure noi adulti sappiamo che l'arte può essere emozionante, colorata, fantasiosa, e sopratutto è come un involucro che raccoglie tanto altro. Sappiamo che imparare la storia dell'arte significa conoscere anche la letteratura, la filosofia, la religione e la geografia.
Ogni materia non può prescindere dall'altra e noi italiani viviamo in un Paese molto ricco da questo punto di vista. Abbiamo chiese, monumenti, musei e città intere che tutto il mondo ci invidia.

Leggi tutto...

il meglio del web

  • Video
  • Barzellette
  • Emozioni

Il papa e l'autista

Dopo aver caricato tutti i bagagli del Papa nella limousine, l’autista nota che Sua Santità sta ancora aspettando sul marciapiede.
“Mi scusi, Vostra Eminenza,” dice l’autista, “Vorrebbe per favore sedersi in modo che possiamo andare?”“Beh, per dirti la verità” risponde il Papa, “Non mi fanno mai guidare in Vaticano e oggi ne ho davvero voglia.” 

Continua a leggere

Leggi tutte le barzellette

La saggezza di un padre

Una sera un papà, vedendo il figlio ventenne un po’ giù di morale, decise di raccontargli una storia:
"Un giorno, quando io ero piccolo, il cavallo di un contadino che abitava vicino alla mia casa, cadde in un pozzo grande e profondo. Il cavallo non riportò alcuna ferita, ma non riuscendo a venir fuori con le proprie forze, si mise a nitrire forte. Il contadino si precipitò subito e provò in ogni modo ad aiutare il suo povero cavallo. 

Continua a leggere

RACCONTACI LA TUA ESPERIENZA

Dubbi sui prodotti omeopatici? Ti rispondono gli esperti

 Inviaci la tua domanda, ti risponderanno medici e farmacisti.

 

 

archivio: Blog - l'opinione

QUI CI SIAMO STATI blog

L'ABBIAMO PROVATO blog

IN CUCINA CON LE MAMME DELLA RETE

LA PAROLA AI PAPA'

STORIE DI MAMME