influenza-bambinoLa salute e il benessere del proprio bambino sono le priorità per ogni mamma: vedere il proprio piccolo vispo e pieno di energie è motivo di soddisfazione e soprattutto permette di vivere con maggiore tranquillità le fasi della crescita.
Tuttavia i nostri figli sono esposti ad agenti esterni che ne minano la salute e di frequente lasciano strascichi anche per molti giorni. Una delle situazioni più comuni è la comparsa del raffreddore o il sopraggiungere dell'influenza. Sebbene si tratti di situazioni molto gestibili e poco preoccupanti, rappresentano comunque una situazione di disagio per le mamme e per i bambini stessi.

Un'influenza infatti non passa senza lasciare piccole ma fastidiose conseguenze anche per diversi giorni successivi alla scomparsa della febbre. Per aiutare il bambino a recuperare nel minor tempo possibile il benessere dopo i malanni di stagione, è consigliabile fornire all'organismo una quantità maggiore di vitamina B.
 
In pediatria infatti è accertato che integrare l'apporto di vitamine del gruppo B, con particolare riguardo ai bambini più piccoli, aiuta molto a favorire il recupero dopo episodi influenzali o comunque debilitanti. L'utilizzo di vitamine del gruppo B si rende necessario in tutti quei casi in cui, per favorire la guarigione, è stato necessario ricorrere alle cure con antibiotici. Esse consentono un maggiore recupero del vigore fisico, favoriscono il ritorno dell'appetito e ottimizzano il metabolismo generale.
E' per tale motivo che gli integratori vitaminici debbono essere sempre utilizzati, ad ogni modo è consigliabile adottare uno stile di vita che preveda l'utilizzo di pasti comprendenti tali vitamine.

Le vitamine debbono essere introdotte sin dal giorno d'inizio dei disturbi, e vanno poi assunte, a seconda della gravità del malessere, per alcune settimane successive al termine della fase acuta della malattia. I bambini tendono infatti a consumare più energie degli adulti e dunque debbono essere agevolati con il recupero fisico.
 
Spesso accade però che molte mamme siano restie a introdurre integratori e credono di apportare quanto serva all'organismo soltanto attraverso una dieta bilanciata. In realtà, al termine di episodi acuti, la sola dieta non basta a garantire un corretto reintegro di tutte quelle sostanze che sono necessarie a garantire il pieno benessere del bambino. Inoltre c'è da dire che, a causa dei ritmi della vita di oggi e della qualità sempre peggiore degli alimenti in commercio, riuscire ad elaborare diete bilanciate è sempre meno facile. La lavorazione di tipo industriale degli alimenti tende ad impoverirli delle sostanze che li compongono: è facile comprendere la differenza che intercorre fra una merenda alla frutta e la frutta fresca.
 
Ma non solo in caso di malanni come influenza e raffreddori, l’apporto di vitamine B è necessario anche in una vasta serie di situazioni. Per esempio, i casi in cui il bambino sia affetto da allergie o intolleranze alimentari, come quelle al glutine o al lattosio.
 
Quando l’apporto di vitamine del gruppo B è insufficiente e non può essere reintegrato con la sola alimentazione, si può ricorrere all’uso di integratori alimentari appositamente formulati, come Be-Total che è il più utilizzato.
L'importanza delle Vitamine del gruppo B, specialmente nei bambini, dipende dal fatto che tali elementi svolgono funzioni fondamentali: la Vitamina B6 ad esempio svolge un ruolo fondamentale nella produzione degli anticorpi e nel corretto funzionamento del sistema immunitario nel suo insieme. La vitamina B9, meglio conosciuta come acido folico, è di fondamentale importanza per la prevenzione delle infezioni alle vie respiratorie nei bambini. Anche altre vitamine, come la B3 e la B5 sono utili per prevenire le infezioni, in particolare quelle del naso, delle orecchie e della gola.
 
Per tali motivi integrare l’apporto di vitamine del gruppo B può essere utile e necessario per permettere ai bambini di produrre anticorpi, oltre che a favorire il loro recupero dopo un periodo di malattia ma anche per contribuire al normale funzionamento del sistema nervoso e a ridurre stanchezza e affaticamento conseguenti allo svolgimento delle attività scolastiche e sportive.

il meglio del web

  • Video
  • Barzellette
  • Emozioni

Il papa e l'autista

Dopo aver caricato tutti i bagagli del Papa nella limousine, l’autista nota che Sua Santità sta ancora aspettando sul marciapiede.
“Mi scusi, Vostra Eminenza,” dice l’autista, “Vorrebbe per favore sedersi in modo che possiamo andare?”“Beh, per dirti la verità” risponde il Papa, “Non mi fanno mai guidare in Vaticano e oggi ne ho davvero voglia.” 

Continua a leggere

Leggi tutte le barzellette

La saggezza di un padre

Una sera un papà, vedendo il figlio ventenne un po’ giù di morale, decise di raccontargli una storia:
"Un giorno, quando io ero piccolo, il cavallo di un contadino che abitava vicino alla mia casa, cadde in un pozzo grande e profondo. Il cavallo non riportò alcuna ferita, ma non riuscendo a venir fuori con le proprie forze, si mise a nitrire forte. Il contadino si precipitò subito e provò in ogni modo ad aiutare il suo povero cavallo. 

Continua a leggere

RACCONTACI LA TUA ESPERIENZA

Dubbi sui prodotti omeopatici? Ti rispondono gli esperti

 Inviaci la tua domanda, ti risponderanno medici e farmacisti.

 

 

Archivio: Salute - Bambino - influenza

Cerca nel sito

L'ABBIAMO LETTO blog

QUI CI SIAMO STATI blog

L'ABBIAMO PROVATO blog

IN CUCINA CON LE MAMME DELLA RETE

L'opinione

LA PAROLA AI PAPA'

STORIE DI MAMME

Facebook