bambini viaggi isola d'ElbaQualcosa di molto speciale mi lega all’Isola d’Elba: lì è stato concepito mio figlio. Era la mia, la nostra, prima vacanza dopo il matrimonio, una vacanza indimenticabile, che ora mi piacerebbe rivivere a tre, perché l’isola toscana è perfetta anche per i bambini. E vorrei ritornarci, anche solo per un weekend lungo o un ponte, non necessariamente a luglio o agosto: l’Elba è un gioiello della natura anche fuori stagione. Anzi, forse fuori stagione, lontano dal tutto esaurito, te la gusti ancora di più.
Isola Elba panorama
Di quella vacanza da neosposi ricordo il colore caraibico del mare, le spiagge selvagge e bellissime, quelle perfettamente attrezzate per divertimenti e relax, ma anche i boschi dell’interno, ideali per il trekking e la mountain bike, dalla primavera all’autunno. E poi i piccoli borghi da scoprire, angolo dopo angolo. Come Capoliveri. Il mio preferito.
Che meraviglia i tramonti da lassù. Anch’io a Capoliveri ci vivrei, come aveva scelto di viverci Giorgio Faletti, piemontese innamorato dell’Elba (all’isola l’artista scomparso nel 2014 ha dedicato una canzone “Da casa mia si vede il mare”). È un paesino magico, d’impianto medievale, costruito su una collina da cui si domina tutto l’arcipelago toscano, con panorami ad alto tasso di romanticismo, che nelle giornate di sole (e qui sono tantissime!) lasciano senza fiato.
Capoliveri tramonto
Ed è anche vivace, pieno di ristoranti, bistrot e boutique. Ricordo che mio marito ed io abbiamo mangiato un fantastico caciucco, accompagnato dal vino dell’Elba doc, in un localino del centro. Abbiamo dimenticato il nome, ma sapremmo di sicuro ritrovarlo.
Sono tanti gli eventi organizzati a Capoliveri tutto l’anno: culturali, musicali, artistici, enogastronomici. Ma anche tradizionali, come la Festa dell’uva in ottobre o la Festa del cavatore a maggio, la domenica prima della Pentecoste. Non vi ho mai partecipato, ne ho solo letto e sentito parlare, però li ho inseriti nella lista delle manifestazioni che prima o poi vedrò. Penso che anche mio figlio le troverebbe divertenti.
Soprattutto la Festa dell’uva dove si sfidano i quattro rioni del paese, con gli abitanti in abiti d’epoca. E si divertirebbe un sacco anche a visitare, a pochi chilometri da Capoliveri, il Museo della vecchia officina, con la storia delle miniere elbane e dei minatori.
Isola d'Elba panorama mare boschi
Il museo, fra l’altro è un punto di partenza per i percorsi di trekking e le visite guidate alle miniere.
A proposito di escursioni nella natura, un’amica che ogni anno va all’Elba, in tenda con la famiglia in un campeggio vicino alla spiaggia di Lacona, mi ha raccontato che quest’anno con la sua Mtb ha battuto parecchi sentieri del Capoliveri Bike Park, destinati a trekking e mountain bike e adatti a qualsiasi difficoltà, anche per principianti come lei, anche per bambini come il mio.
Mi ha inviato foto bellissime delle sue escursioni sul colle Reciso e il monte Calamita e mi ha fatto venire voglia di partire zaino in spalla e mettermi in cammino da quelle parti.
Spiaggia sisola d'ElbaMagari proprio in autunno per fare il pieno di sole (qui è come se l’estate giocasse un tempo supplementare) e di… castagne! Non ci si pensa, ma l’Elba è ricca di castagneti, e non mancano le sagre a tema. Una di queste è a Poggio, paesino-presepe dove si trova Casetta Drouot, in cui Napoleone visse per un periodo durante il suo soggiorno elbano. Già, non si può parlare di Elba senza parlare di Napoleone e delle tracce del suo passaggio. Molto carina la Villa dei mulini, sul promontorio di Portoferraio, che fu la residenza principale dell’imperatore e oggi è Museo nazionale. La prima volta che l’ho visitata ero in quinta elementare… adesso che ci penso: come mio figlio adesso. Ok, non ci sono più dubbi: è arrivato il momento di portare il mio piccolo grande amore là dove per lui tutto ha avuto inizio!
Sabrina

il meglio del web

  • Video
  • Barzellette
  • Emozioni

Il papa e l'autista

Dopo aver caricato tutti i bagagli del Papa nella limousine, l’autista nota che Sua Santità sta ancora aspettando sul marciapiede.
“Mi scusi, Vostra Eminenza,” dice l’autista, “Vorrebbe per favore sedersi in modo che possiamo andare?”“Beh, per dirti la verità” risponde il Papa, “Non mi fanno mai guidare in Vaticano e oggi ne ho davvero voglia.” 

Continua a leggere

Leggi tutte le barzellette

La saggezza di un padre

Una sera un papà, vedendo il figlio ventenne un po’ giù di morale, decise di raccontargli una storia:
"Un giorno, quando io ero piccolo, il cavallo di un contadino che abitava vicino alla mia casa, cadde in un pozzo grande e profondo. Il cavallo non riportò alcuna ferita, ma non riuscendo a venir fuori con le proprie forze, si mise a nitrire forte. Il contadino si precipitò subito e provò in ogni modo ad aiutare il suo povero cavallo. 

Continua a leggere

RACCONTACI LA TUA ESPERIENZA

Dubbi sui prodotti omeopatici? Ti rispondono gli esperti

 Inviaci la tua domanda, ti risponderanno medici e farmacisti.

 

 

Archivio: Bambino - viaggi e passeggio

Cerca nel sito

L'ABBIAMO LETTO blog

QUI CI SIAMO STATI blog

L'ABBIAMO PROVATO blog

IN CUCINA CON LE MAMME DELLA RETE

L'opinione

LA PAROLA AI PAPA'

STORIE DI MAMME

Facebook